Corpo snello e tonico: Yogilates

Il yogilates o piloga nasce dall’unione fra Pilates e Yoga, una pratica mista indetta dall’americano Jonathan Urla, un guru del fitness, il quale ha preso spunto dalle asana per sviluppare consapevolezza del movimento, resistenza e flessibilità; a questa base ha aggiunto il programma a corpo libero del Pilates, per migliorare forza e coordinazione.

Quindi, da una parte le diverse pose dello Yoga che accrescono nella persona la resistenza, la consapevolezza, la flessibilità e la versatilità, dall’altro lato gli esercizi del Pilates i quali originano  una valida forza centrale, un allineamento accurato dello sviluppo e accrescimento della coordinazione muscolare. La coordinazione si incentra sui muscoli posturali , i quali  migliorano il portamento e quando sono tonici prevengono i disturbi alla schiena, alle spalle e al collo.

Il piloga concorre a detenere la pancia piatta, agevola nel perdere peso, ottimizzare la salute e la forma fisica nel complesso generico.  Questa disciplina che incrementa l’equilibrio spirituale e modella il corpo in armonia ed equilibrio, utilizza le tecniche antiche dello yoga ,attraverso pose che permettono la tonificazione e l’allungamento, unite alle correzioni posturali del Pilates e degli esercizi specifici che concentrano il lavoro nei punti più deboli della donna: addominali e glutei.

Lo yogilates può essere svolto da qualsiasi persona all’interno di un’area ristretta nella quale non si devono impiegare attrezzi o oggetti superflui, oltre al proprio corpo .

La padronanza della respirazione, il rilassamento del corpo e la distensione della mente sono i punti cardini di questa sovversiva disciplina.

Si può delineare come un allenamento cardiovascolare energico tipicamente aerobico valido però allo stesso tempo, di inquadrare la concentrazione sui movimenti, incitare la capacità di meditazione e distendere la mente.

Le lezioni di Yogilates iniziano sovente con una parte intensa che include serie al quanto veloci, le quali servono a riscaldare la muscolatura ed aiutano a sciogliere le articolazioni, incrementando la flessibilità. La seconda parte della lezione di yogilates invece, è incentrata e destinata a degli esercizi intensi volti a trovare l’equilibrio e la coordinazione in relazione alla respirazione.

Viene suggerita, la sua pratica, per le persone che desiderano dimagrire, in quanto l’esercizio dinamico e aerobico di tale disciplina consente di bruciare calorie, tonificando il corpo, in breve tempo. E grazie alla respirazione, aiuta ad eliminare tossine e preoccupazioni.

Lo si può svolgere davvero in qualsiasi luogo permetta di trovare la giusta concentrazione ed equilibrio: In riva al mare, ascoltando il ritmico infrangersi delle onde sulla riva o sugli scogli, al mattino baciati dal sole oppure al tramonto, quando il sole ci bacia per l’ultima volta e lascia il dovuto spazio alla luna e alla sera. La spiaggia è il paesaggio idillico per ottenere muscoli tonici e snelli.

Questa nuova tecnica, inoltre, coinvolge al tempo stesso i due emisferi del cervello: il sinistro, quello che “impara” e che ci  consente di assimilare la serie dei movimenti e il destro, quello più legato alla capacità di tradurre le sollecitazioni sensoriali.

Tutto questo fa parte della memoria muscolare, cioè l’occasione di collegare in modo equilibrato, nell’esercizio fisico, il corpo e la mente. Ecco, infatti, perchè lo Yogilates è un allenamento total body, in quanto implica fortemente i basilari gruppi muscolari del nostro corpo.

Yogilates per un corpo asciutto e rassodato …

16 Commenti - Aggiungi Commento

Rispondi